HOME         Chi siamo             Curriculum           Pensione            Links    

   Il Centro             Novità   

    Come Aiutare            Video    

NOVITA'


SPAY DAY NATALE 14.12.2017

COMUNICATO IN PDF-Datei ~ 639KB

CON TANTI AUGURI PER NATALE E L’ANNO NUOVO INVIO DELLE FOTO DEL NOSTRO

„SPAY DAY“ NATALIZIA…….

MILLE GRAZIE CHE CI AIUTATE PER AIUTARE GLI ANIMALI!!!

DOROTHEA FRIZ INSIEME ALLO STAFF, AI VOLONTARI ED AI MEMBRI DEL

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA

LEGA PRO ANIMALE

 

 

MINI SPAY DAY 08.11.2017

COMUNICATO IN PDF-Datei ~ 158KB

Cari Amici degli Animali e Benefattori del nostro Lavoro,

 Mercoledì 8. Novembre come tutti gli altri Mercoledì abbiamo offerto nuovamente un „Mini Spay Day”. E così funziona:


 

LE ULTIME NOTIZIE DELLA LEGA PRO ANIMALE 10.2017

COMUNICATO IN PDF-Datei ~ 1,92MB


 

COMUNICATO IN PDF-Datei ~ 554KB

ANIMAL CARE EXPO 2017

A FORT LAUDERDALE/FLORIDA

Quasi 20 ore di andata e quasi altrettante di ritorno è durato il volo del viaggio verso FORT LAUDERDALE IN FLORIDA, ma ne è valsa ancora una volta la pena, non solo per il sole e il mare, ma per la grande professionalità e la super offerta di corsi  e workshop. Dal 9 al 12 maggio si è svolta la ANIMAL CARE EXPO 2017. Si tratta di un enorme evento annuale di formazione per tutti coloro che lavorano con gli animali, che, come sempre, è stato offerto dalla HUMANE SOCIETY OF THE UNITED STATES (www.humanesociety.org), la più grande associazione animalista del mondo. Vi hanno preso parte oltre 2000 assistenti veterinari,  personale addetto agli animali, direttori di centri di accoglienza, veterinari ecc. da tutti gli Stati Uniti. A ciò si sono aggiunti oltre 300 partecipanti da circa 50 paesi di tutto il mondo invitati dal ramo internazionale dell’organizzazione, la HUMANE SOCIETY INTERNATIONAL (www.hsi.org)

Io sono stata completamente sopraffatta dal vasto programma. Molto interessante è stato il workshop su come si effettuano, con pochi mezzi in zone fuori mano, dove a volte non c’è né acqua né corrente, vaccinazioni e castrazioni di massa di cani e gatti e ciò in conformità allo standard internazionale di medicina veterinaria. Negli stessi Stati Uniti sono operative enormi cliniche mobili per animali (le cosiddette „MOBILE SPAY CLINICS“, vedi foto), per castrare cani e gatti anche in località remote dove non ci sono veterinari. Da quando si porta il „Servizio al Cliente“, si nota un’evidente diminuzione di “animali domestici” abbandonati. 

Ma anche nella discussione di altri temi (sempre del gruppo internazionale) c’erano continuamente reazioni tipo „aha“- e „oh“. Tra l’altro su come si influenza positivamente il livello di stress nei canili, su come si lavora con le autorità, su come si risocializzano gli occupanti delle prigioni con i cani e su come si dovrebbero svolgere i programmi scolastici. Si è più volte posto l‘accento  su come siano importanti i dati per verificare se gli sforzi fatti nel campo della protezione animali abbiano un esito positivo. È  possibile scaricare le conferenze da: www.animalsheltering.org/expohandouts. 

C’è stata tuttavia anche la possibilità di partecipare al grande maxiprogramma.  La scelta era tormentata: non si trattava solo delle migliori condizioni di mantenimento di cani e gatti nei canili, c’era un’enorme scelta di conferenze e/o workshop dove si veniva informati soprattutto sulla prevenzione del randagismo (castrazioni, informazione della popolazione, castrazioni gratuite di cani e gatti e molto altro). 

La HSI ha invitato un gruppo di giovani cinesi che hanno presentato il loro programma contro l’allevamento, il trasporto e l’uccisione illegale di cani destinato  al consumo umano e ciò che hanno ottenuto in brevissimo tempo nel loro distretto. Collaborano con la polizia, confiscano questi poveri cani  e intercedono per loro – anche in Cina! 

E il giovane veterinario dell’Uganda che vorrebbe che tutti i cani e i gatti del suo paese stessero bene. Ha annunciato la lotta alla rabbia e va nei villaggi per vaccinare. Naturalmente effettua anche castrazioni e informa la popolazione! 

Questi sono esempi che toccano da vicino e danno la forza di fare sempre di più. Il problema dei troppi cani e gatti è a livello locale in tutto il mondo, ma lo si può superare – senza sopprimere cani sani e docili: informazione e formazione, castrazioni e naturalmente l’identificazione e la registrazione di tutti i cani e gatti. 

Consiglio a tutti coloro che lavorano con gli animali di partecipare una volta a una ANIMAL CARE EXPO. Si aprono assolutamente altri mondi! 

Dorothea Friz, DVM

www.legaproanimale.com

www.fondazioneomondoanimale.com

 

IL TUO CINQUE PER MILLE PER LA NOSTRA MISSIONE

CODICE FISCALE:

930 468 706 19

 


WORLD SPAY DAY 2017

COMUNICATO IN PDF-Datei ~ 582KB

 

 


 

COMUNICATO IN PDF-Datei ~ 656KB

ANIMAL CARE EXPO 2016

11 - 14 MAGGIO 2016

LAS VEGAS – NEVADA – USA

Las Vegas attira non solo giocatori di azzardo (migliaia di turisti da tutto il mondo girano da un casinò all’altro), ma è anche un luogo molto ambito dove tenere grandi congressi. I gestori dei grandissimi hotel con casinò offrono le stanze e le sale ad un prezzo conveniente, sperando che i clienti comunque lascino tanti soldi nelle sale da gioco. Ed è stato questo il motivo che ha portato la HUMANE SOCIETY OF THE UNITED STATES (= HSUS, www.humanesociety.org ), la più grande associazione protezionistica nel mondo, alla scelta del luogo dove tenere l'evento annuale di aggiornamento professionale nominato ANIMAL CARE EXPO.

La HSUS gestisce anche un ramo internazionale, la HUMANE SOCIETY INTERNATIONAL  (HSI, www.hsi.org ), nata esattamente 25 anni fa per assistere animali in tutto il mondo.

Entrambe le organizzazioni offrono corsi e workshops, in gran parte riconosciuti dal governo americano in modo similare al conteggio degli ECM in Italia.

E’ stata la terza volta che sono andata a Las Vegas per partecipare ad un Animal Care Expo, che visito ogni anno da 16 anni per aggiornarmi professionalmente. Anche questa volta quasi 2000 partecipanti da tutti gli Stati Uniti e 155 provenienti da 53 diversi paesi di tutto il mondo erano presenti per sentire e vedere le ultime novità per chi lavora con gli animali. C’è stata un’offerta strepitosa di workshops su vari temi (salvare animali e non solo cani  e gatti, come affrontare le emergenze naturali, il lavoro con il pubblico, fundraising, come incrementare l’adozione di animali, la cattura- sterilizzazione-e reimmissione sul territorio di animali vaganti, problemi inerenti la salute e la sicurezza pubbliche, la gestione dei volontari, i combattimenti tra cani, il commercio dei cuccioli, problemi comportamentali di cani e gatti, come coinvolgere i responsabili di comuni e soprattutto come raggiungere la popolazione in zone remote, la medicina nei canili e tanti altre tematiche interessanti. E’ stato molto difficile scegliere l’argomento da seguire!

Per i partecipanti internazionali è stato offerto un programma particolare con temi come la gestione umana del randagismo, come organizzare campagne internazionali, come influenzare l’opinione pubblica nei confronti degli animali vaganti, la connessione tra salute pubblica e benessere degli animali vaganti e un tema che tocca quasi tutti quelli che lavorano per proteggere gli animali: come affrontare lo stress. Se volete saperne di più, ecco l’home page: https://www.animalsheltering.org/expo

In una location gigantesca i partecipanti hanno avuto la possibilità di vedere tutto su come costruire, allestire e gestire un canile. C'erano stand con attrezzi per la cattura di cani e gatti, altri con materiale da arredamento per cliniche veterinarie, medicinali e apparecchi medicali per animali e tant’altro. Con grande stupore ho visto dei tir che vengono utilizzati in occasione di emergenze ambientali per soccorrere gli animali e cliniche mobili immense per la sterilizzazione sul posto di cani e gatti.

Però la presentazione che mi ha impressionato di più è stata quella di Abodh Aras, il presidente dell’organizzazione protezionistica THE WELFARE FOR STRAY DOGS che lavora a Mombai/India. Potete visitare la loro interessantissima homepage:  www.wsdindia.org .

Abodh Aras e Dorothea Friz

Lui è un manager di hotel e già da ragazzo ha portato animali feriti a casa. Ancora oggi va a catturare cani negli “slums”, senza corde, reti e cappio. Utilizza le sue mani, tranquillizza i cani e li prende in braccio. E' incredibile se pensate che nella sua città sono morte ogni anno tra le 20 e le 30 persone di rabbia! Oggi non più, perché lui insieme ai suoi volontari e dipendenti ha catturato quasi tutti i cani, li ha portati dal veterinario per la sterilizzazione e il vaccino contro la rabbia e li ha riportati sul posto di cattura per seguirli costantemente. Attualmente la rabbia è praticamente estinta e tutta la popolazione canina è sotto controllo. Se capita una cucciolata di una cagna sfuggita al programma, riescono a sistemarla subito. E riesce a finanziare tutto questo raccogliendo fondi tra persone amanti degli animali della sola India!

Ed ha riscontrato una cosa molto interessante: in Mumbai/India oltre il 90 % dei cani che vagano nelle strade ha un padrone! E’ lo stesso risultato che abbiamo trovato per la seconda volta a Rocca D’Evandro/Italia!  E' quasi incredibile!

E se risultati del genere venissero fuori anche in altre parti del mondo, i responsabili per la salute e la sicurezza pubbliche dovrebbero cambiare l’approccio al problema randagismo:

Invece della uccisione degli animali catturati (metodo inutile per la riduzione del problema randagismo, ma che viene ancora largamente utilizzato in tante parti del mondo), oppure del ricovero a vita in canili ( metodo vanamente utilizzato in Italia), oltre alla sterilizzazione devono essere incrementate l’informazione della popolazione, il controllo sull’anagrafe canina e soprattutto deve essere portato il servizio all’utente!  In paesi dove esiste ancora la rabbia si deve aggiungere la vaccinazione. Si risparmierebbero miliardi di Euro ogni anno dalle casse pubbliche (soldi dei contribuenti, che potrebbero essere utilizzati in modo migliore per le scuole e gli ospedali) e si eviterebbe la morte di migliaia di persone ogni anno (nonostante l’uccisione continua di tantissimi cani vaganti).

L’ANIMAL CARE EXPO 2017 si terrà in Florida. Chi lavora con animali e vuole partecipare può anche chiedere un contributo all’HSI per sostenere il viaggio. L’HSI offre anche posti per fare tirocinio in una delle loro cliniche veterinarie o/e in un canile in America, soprattutto a veterinari. Un’esperienza preziosa per tutti quelli che lavorano con cani e gatti.

                                    Forse ci vediamo l’anno prossimo?

Dorothea Friz, DVM

www.legaproanimale.com

www.fondazionemondoanimale.com

legaproanimale.it@gmail.com

https://www.facebook.com/LegaProAnimale

https://twitter.com/LegaproAnimale

 

 

www.facebook.com/fondazionemondoanimale

https://twitter.com/F_MondoAnimale

 


 

COMUNICATO STAMPA

 

DOGS TRUST e LEGA PRO ANIMALE:

STERILIZZAZIONE GRATUITA DI CANI PADRONALI NEL COMUNE DI CASTEL VOLTURNO (CE)

con la preghiera di diffondere

 

Si è concluso il 12 maggio 2015 il programma di sterilizzazione gratuita di cani padronali per i residenti nel comune di Castel Volturno (CE), finanziato dall’organizzazione anglosassone Dogs Trust e condotto dal Centro di Sterilizzazioni Lega Pro Animale della Dott.ssa Friz.

 

Ad agosto 2014, in seguito alle numerose richieste dei cittadini di Castel Volturno desiderosi di sterilizzare/castrare i propri cani e di combattere così il problema del randagismo, la Lega Pro Animale ha contattato l’organizzazione anglosassone Dogs Trust, presentando un progetto che rispondesse alle esigenze dei cittadini, che il Comune di Castel Volturno non era in grado di soddisfare. L’organizzazione Dogs Trust, concorde nell’identificare la causa del randagismo locale nella presenza sul territorio di cani padronali non sterilizzati/castrati, ha accettato di finanziare il progetto della Lega Pro Animale.

 

Così, grazie a tale cooperazione, è stato possibile offrire ai cittadini di Castel Volturno la sterilizzazione/castrazione gratuita del proprio cane regolarmente iscritto all’anagrafe canina e identificato con un microchip. Il progetto, svolto tra febbraio e maggio 2015, ha coinvolto complessivamente 65 cani (di cui 49 femmine e 16 maschi), ed ha raggiunto due obiettivi fondamentali.

 

1.     Con questo progetto - che ha avuto un’ampia eco anche nelle scuole per l’interesse degli istituti locali che in precedenza avevano preso parte a progetti didattici mirati a fornire una maggiore consapevolezza del problema del randagismo - si è innanzitutto riusciti a garantire una migliore qualità della vita ai cani delle famiglie di Castel Volturno che hanno aderito al progetto.

 

2.     In secondo luogo, si è contribuito a ridurre il problema del randagismo evitando che i cani padronali, spesso liberi di vagare sul territorio, accoppiandosi con altri cani vaganti potessero generare cuccioli destinati a morire oppure a vivere perennemente in strada o in canile, con spese enormi per la comunità.

 

La Lega Pro Animale desidera pertanto esprimere un sincero ringraziamento all’organizzazione Dogs Trust per il finanziamento di questo progetto.

 

Dorothea Friz, DVM

www.legaproanimale.com

www.fondazionemondoanimale.com

www.dogstrust.org.uk

 

 


COMUNICATO STAMPA

Come investire il 5 per mille

La Fondazione Mondo Animale ha deciso di “investire” il 5 per mille ricevuto lo scorso anno in un corso totalmente gratuito, destinato a veterinari  regolarmente iscritti all’Ordine.

Il Training Course per la “Gestione del Randagimo destinato a veterinari che operano nel settore” è previsto in due parti: la prima si è svolta tra il 3 ed il 6 maggio 2010, mentre la seconda parte si svolgerà  nella seconda metà del settembre prossimo.

Dalle schede di valutazione sulla qualità del corso è emerso che la totalità dei corsisti è stata ampiamente soddisfatta.

Effettivamente tutti i docenti erano stati accuratamente scelti, per poter fornire il massimo dell’informazione e dell’aggiornamento sull’argomento a esperti che già operano nel settore del randagismo.

Oltre alle lezioni di cui accenneremo in seguito, sono state organizzate visite a tre canili: due privati ed uno pubblico.

La prima giornata è stata destinata alla gestione del randagismo: la dott. Matassa ha affrontato il randagismo come problema politico, mentre la dott. Friz ha illustrato la dinamica delle popolazioni canine e feline e, in una seconda lezione, i canili e il benessere animale (“un buon canile è quello in cui non ci sono cani”!). Il dott. Fantini  ha illustrato le motivazioni che possono rendere necessaria l’eutanasia e i metodi di applicarla e, infine, di nuovo la dott. Friz ci ha parlato dei metodi realmente efficaci per affrontare il problema del randagismo, della “holding capacity”, delle perché uccidere gli animali non risolve il problema.  In breve: il metodo che prevedere la cattura e l’uccisione del randagio non è efficace perché costoso e perché provoca solo una riduzione temporanea del numero degli animali. Catturare e mantenere in un canile il randagio non è un metodo pratico a causa degli alti costi per il mantenimento. Efficace, invece, la cattura, seguita dalla sterilizzazione e dalla re immissione nel territorio. Registrare e identificare gli animali e un metodo utile per controllare la popolazione animale e inibire l’abbandono. Educare il pubblico è, infine, di importanza fondamentale per sapere come curare l’animale e mantenerlo in uno stato di benessere.

La giornata si è conclusa con il rapporto sui risultati ottenuti in altri paesi e in diverse città italiane, nonché con la visita al canile gestito dalla Lega Pro Animale.

La seconda giornata è stata dedicata ai diversi aspetti della gestione di un canile (animale in arrivo, ambiente, personale dipendente, volontari, amministrazione) le cui lezioni sono state impartite dalla dott. Friz, mentre il prof. Cringoli ha parlato del randagismo e delle malattie trasmissibili ad esso connesse.

Si è poi effettuata la visita a un canile privato di Castel Volturno.

Il terzo giorno si è visitato un canile pubblico, dove si è potuto discutere a lungo con i veterinari addetti alla gestione dello stesso.

Il pomeriggio è stato dedicato al Decreto legislativo 626/1994 (lavoro presso i canili) e, dopo la lezione, il relatore dott. Fantini si è reso disponibile per rispondere alle numerose domande sull’argomento. I lavori della giornata si sono conclusi  con un ampio dibattito sulle differenze constatate tra i vari canili visitati. Decisamente il migliore, in quanto a spazi, pulizia e benessere degli animali è risultato essere il canile gestito dalla Lega Pro Animale.

La quarta giornata dei lavori è stata infine destinata alla tecniche di castrazione, illustrate dai Dott. De Rosa e Santamaria.

I lavori di questa prima parte sono stati conclusi con la relazione della dott. Petrera relativa alla educazione alla convivenza uomo-animale-ambiente.

Lo stage previsto per la seconda metà di settembre darà poi la possibilità a quanti hanno partecipato al corso di fare esperienza pratica presso il canile della Lega Pro Animale, dove, in gruppi di quattro persone, potranno esercitarsi nella castrazione di cani e gatti, sotto la guida di un veterinario della Lega.

 

DESTINARE IL 5 PER MILLE ANCHE NELL’ANNO 2010 ALLA FONDAZIONE MONDO ANIMALE:

CODICE FISCALE: 93046870619

 

www.fondazionemondoanimale.com 

cc postale: 808 430 30

IT38 X 07601 14900 0000 80843030

 


COMUNICATO STAMPA

con la preghiera di diffondere

L’ULTIMO “SPAY DAY” – UN AFFARE “ARDENTE”

Venerdì 2 Luglio 2010 ha avuto luogo il 19° “spay day” (= giornata di sterilizzazione gratuita per gatti randagi). Era una giornata estremamente calda, il sole bruciava e nel Centro di Sterilizzazione della LEGA PRO ANIMALE sito a Castel Volturno non esiste l’aria condizionata. Ma non solo il caldo ha messo a dura prova i volontari e i veterinari della Lega; è stato raggiunto anche il record nel numero delle femmine sterilizzate: 135 gatte sono state sottoposte all’intervento di ovario-isterectomia, ed insieme con i 52 maschi si è raggiunto il numero complessivo di 187 castrazioni in una sola lunga giornata, durata dalle 8 di mattina alle 9 di sera. Un GRAZIE particolare a tutti i partecipanti!

Anche questa volta sono arrivati gatti randagi catturati in tutta la Regione Campania da 74 differenti gattare o gattari (persone che seguono colonie di gatti randagi).  La richiesta per questi interventi é tale che la LEGA PRO ANIMALE potrebbe organizzarne anche uno alla settimana. Purtroppo per motivi economici questo non è possibile.

La sterilizzazione dei gatti randagi è compito istituzionale del servizio veterinario di competenza, che però in molte zone della Regione Campania non è attivo in questo settore, oppure pratica gli interventi “a singhiozzo”.  Purtroppo i gatti proliferano tanto velocemente (la prima cucciolata può avvenire già a 5 mesi, e ogni femmina genera fino a 4 cucciolate l’anno con in media 4 cuccioli per volta) che solo interventi “di massa” possono frenare il fenomeno. Tutti i veterinari sul territorio devono cominciare a sterilizzare tutti i giorni. In questo modo si vedrà un risultato entro pochi anni, e  nessuno, neanche i turisti stranieri, si lamenteranno più dei gattini in pessime condizione in strada.

La LEGA PRO ANIMALE con i suoi veterinari e volontari è ben disposta a continuare il suo lavoro di prevenzione ed è sempre alla ricerca di fondi per fare ancora di più.

 

Chi vuole contribuire:  

LEGA PRO ANIMALE

Conto corrente postale: 10973816

Codice IBAN: IT81 Q076 0114 9000 0001 0973 816

Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

 


COMUNICATO STAMPA

con la preghiera di diffondere

 

Il terremoto verificatosi a L’Aquila nel mese di Aprile 2009 ha non solo colpito migliaia di persone, ma anche numerosi cani e gatti che sono morti  o scappati, perdendo nella maggior parte dei casi il proprio padrone. Vagando tra le macerie hanno cercato di nutrirsi per sopravvivere. I cani sono stati accalappiati quasi tutti: alcuni sono stati sterilizzati e reimmessi in strada per mancanza di adeguati ricoveri. Ma i gatti, più furbi e più difficili da catturare, si sono stabiliti tra le rovine della città e dei paesi limitrofi. Vari gruppi animalisti (LAV, RAN onlus, 99 gatti AQ) hanno provveduto a distribuire cibo, però nonostante gli sforzi messi in atto dal servizio veterinario locale per  contenere le nascite, i gatti si sono moltiplicati. 

Già nell’ Ottobre 2009 la LEGA PRO ANIMALE di Castel Volturno, provincia di Caserta, organizzazione nota per il suo team di veterinari e volontari specializzati nella cattura, sterilizzazione e reimmissione sul territorio di gatti e cani randagi, era venuta in aiuto al servizio veterinario di L’Aquila. In due settimane di lavoro sono stati catturati, trattati e castrati 269 gatti.

 Il secondo intervento previsto nel periodo primaverile ha avuto luogo in Aprile 2010. Questa volta è stato concesso un ampio locale situato nel canile sanitario di Collemaggio per consentire alla LEGA PRO ANIMALE di operare al meglio. Tutti gli attrezzi necessari  per allestire un centro di sterilizzazione (tavoli operatori, macchina anestetica, autoclave, ed altro) sono stati portati da Castel Volturno. 40 trappole donate in passato alla LEGA dall’organizzazione americana “Friends of Roman Cats”,  sono state messe a disposizione dei volontari dell’ Aquila per catturare gatti randagi in varie zone della provincia.

Dal 12 al 23 Aprile 2010 (con un break per il weekend) sono stati catturati 274 gatti.  Tre femmine e un maschio sono risultati già sterilizzati, cosa che – purtroppo – si è potuta verificare solo dopo la somministrazione dell’anestesia e dopo la tosatura del campo operatorio. In definitiva, quindi, 270 gatti (156 femmine e 114 maschi, di cui uno con un testicolo ritenuto) sono stati sottoposti all’intervento di castrazione (ovarioisterectomia nelle femmine, asportazione dei  testicoli nei maschi). 75 gatte erano gravide e 17 in calore durante l’intervento; ciò significa che centinaia di gattini destinati in gran parte ad una morte violenta o dolorosa (investiti dalle auto, attaccati da malattie mortali, etc) non nasceranno in strada. Inoltre tutti i gatti sono stati controllati per escludere la presenza di malattie trasmissibili all’uomo, trattati per tutti tipi di vermi e per i parassiti esterni ed infine  rilasciati nel luogo di cattura il giorno dopo l’intervento. A tutti gli animali è stato inserito un microchip di identificazione e praticato un tatuaggio verde nelle orecchie per riconoscerli anche a distanza come animali controllati e sterilizzati.

Sono però rimasti altri centinaia di gatti non “trattati” in strada, soprattutto nel centro storico, la cosiddetta zona rossa. Nonostante l’invito  del Servizio Veterinario a tutte le leghe protezionistiche presenti sul territorio a collaborare per la sterilizzazione dei gatti, è stata solo la sezione della LEAL di L’Aquila che ha fornito un aiuto concreto per la cattura dei gatti. L’organizzazione 99 gatti ha fatto qualche giro di perlustrazione con alcuni volontari del Servizio Veterinario nella zona rossa per visitare le colonie, ma purtroppo non sono riusciti a catturare molti animali. Generosamente è stato lasciato in uso il furgoncino dell’organizzazione ai collaboratori del Servizio Veterinario che sono tornati con pochi gatti ma presentandoci le ricevute per il rifornimento di carburante!

Alla fine dell’intervento della LEGA PRO ANIMALE vi erano ancora gattare che richiedevano interventi di castrazione: a loro è stato suggerito di rivolgersi al Canile Comunale dell’ Aquila (tel.0862-442743).

Vista la scarsa collaborazione delle leghe sul posto, due dei quattro veterinari  della LEGA PRO ANIMALE, altamente specializzati, sono dovuti andare in giro per mettersi in contatto con la popolazione,  trovare le colonie di gatti randagi e quindi provvedere anche alla loro cattura. Questo ha comportato un dimezzamento della capacità operativa del gruppo.

Si è soddisfatti del lavoro svolto, ma si era preparati ad affrontare un numero certamente più elevato di interventi chirurgici.

L’intervento è stato nuovamente sponsorizzato di nuovo da “The Anglo-Italian Society for the Protection of Animals a Londra” e con un piccolo contributo dall’organizzazione tedesca “Pro Tier EU”, e a loro va il caloroso ringraziamento di  tutti coloro che hanno partecipato a  questo progetto.

clicca !!!  clicca !!!  

Dorothea Friz, DVM

Presidente LEGA PRO ANIMALE

 


 

COMUNICATO STAMPA

con la preghiera di diffondere

17. “ SPAY DAY” PER GATTI RANDAGI NEL CENTRO DELLA LEGA PRO ANIMALE DI CASTEL VOLTURNO

Il giorno Venerdì 26 Marzo ha avuto luogo il 17° “SPAY DAY” (sterilizzazioni gratuite per gatti randagi).  46 “gattari e gattare” (persone che accudiscono colonie feline in strada) hanno catturato 127  gatti su tutto il territorio della Regione Campania e li hanno portati nel CENTRO DI STERILIZZAZIONE PER CANI E GATTI della LEGA PRO ANIMALE a Castel Volturno. Lo “SPAY TEAM” (veterinari e volontari) ha proceduto alla ovaioisterectomia di 80 femmine e alla castrazione di 47 maschi. Quasi tutte le gatte si trovavano in calore oppure erano già incinte. Grazie a questa giornata centinaia di gattini non nasceranno. 80 femmine sono adesso sterilizzate: avrebbero partorito fino a 4 cucciolate all’anno con una media di 4 gattini per cucciolata, per un totale di oltre mille gatti in strada in meno nel prossimo anno!  Mille gattini che sicuramente non avrebbero fatto una buona fine (incidenti stradali, malattie infettive, uccisi dai cani e addirittura dai gatti maschi, i padri dei gattini che uccidono i propri figli per far andare in calore la gatta di nuovo subito dopo il parto…..).

La sterilizzazione è l’unico rimedio per affrontare seriamente il randagismo felino ma anche canino. Il ricovero degli animali in canili NON risolve il problema e crea solo una spesa altissima per il contribuente. In Regione Campania attualmente sono ricoverati a spese dei Comuni 25454 cani (www.anagrafecaninacampania.it). Considerando solo  Euro 2,00 al giorno per cane (ma spesso i comuni pagano anche di più!) viene fuori una somma di oltre 18,5 milioni di Euro all’anno che il contribuente deve sborsare per un servizio che non rende. Oppure avete notato qualche cambiamento nella situazione del randagismo in qualche zona?

Dorothea Friz, DVM

 

conto corrente postale: 109 738 16

Banco Posta IT81 Q 07601 14900 0000 109 738 16  

BIC: BPPIITRRXXX


 

COMUNICATO STAMPA

Con la preghiera di diffondere

 

La LEGA PRO ANIMALE ha celebrato lo “SPAY DAY INTERNATIONAL 2010” (vedi: www.hsi.org/spayday) con un’altra giornata di sterilizzazione gratuita per i gatti randagi nel proprio Centro di Sterilizzazione a Castel Volturno (CE). Questo 16° “SPAY DAY”  è stato  nuovamente un grande successo: il 19 Febbraio 2010 sono stati sterilizzati 161 gatti (105 femmine e 56 maschi) provenienti da tutta la Regione Campania , catturati e portati da 69 persone diverse che controllano e nutrono le colonie in strada.

Anche se la primavera non sembra ancora arrivata, è già cominciato il periodo di procreazione: 17 gatte erano incinte al momento dell’intervento ed è stata così evitata la nascita di 79 gattini. 6 gatte erano in calore.

L’informazione sulla vita dei gatti purtroppo è carente, e pochi sanno che una gatta può partorire fino a 4 volte l’anno e può avere fino a 8 gattini in una cucciolata. E quasi nessuno è al corrente del fatto che i gattini già all’età di 5 mesi possono accoppiarsi e che praticamente ad ogni accoppiamento fa seguito una gravidanza. Chiudere i gatti in casa non è una soluzione: i gatti stessi ci fanno capire con i propri “dispetti” che pensano di tale idea. Rimane solo la prevenzione più sicura e efficace: la sterilizzazione chirurgica effettuata da un medico veterinario sotto anestesia totale. Dopo l’intervento l’animale (sia la femmina che il maschio) non produce più ormoni sessuali, non ha più lo stimolo di cercarsi un partner, si riduce drasticamente la tendenza al vagabondaggio e diminuisce quindi anche il rischio di contrarre  malattie trasmissibili. In altre parole: si incrementa il benessere degli animali.

La LEGA PRO ANIMALE tenta di offrire una volta al mese uno “spay day” per i gatti randagi. Chi segue delle colonie feline e vuole far sterilizzare gli animali può chiamare per fissare un appuntamento: 0823-859552.

 

Dorothea Friz

LEGA PRO ANIMALE

Castel Volturno (CE)

www.legaproanimale.com

conto corrente postale: 109 738 16

Banco Posta IT81 Q 07601 14900 0000 109 738 16  

BIC: BPPIITRRXXX


14° “SPAY DAY” PER GATTI RANDAGI NEL CENTRO DELLA LEGA PRO ANIMALE

 

Il giorno 27 Novembre 2009 sono stati castrati gratuitamente presso il Centro di Sterilizzazione per Cani e Gatti della LEGA PRO ANIMALE a Castel Volturno (CE),  105 gatti (72 femmine e 33 maschi). Era previsto un afflusso maggiore, ma durante la notte vi è stata una forte pioggia e non è stato così possibile catturare tutti i gatti prenotati.

Il Centro questa volta ha anche vissuto una avventura particolare: il giorno precedente l’evento un addetto dell’ENEL ha comunicato che il giorno successivo - nostra giornata di lavoro - saremmo stati privati della corrente dalle ore 9 alle 16. Per fortuna siamo in possesso di un gruppo elettrogeno autonomo acquistato per le emergenze; ma, poiché  durante lo “spay day” l’autoclave è sempre in funzione con un assorbimento di corrente di ben 2 kilowatt all’ora, è stato necessario ridurre l’assorbimento di tutte le altre attrezzature spegnendole. E’ stato spento anche il  termosifone che riscaldava le copertine per tenere al caldo gli animali dopo l’intervento. Le copertine sono state riscaldate comunque appoggiandole sopra l’autoclave ed il problema è stato risolto. Gli sbalzi di corrente hanno poi  mandato in tilt le lampade scialitiche di 2 tavoli operatori: senza esitazione sono state sostituite con le lampade delle scrivanie e gli interventi sono continuati senza sosta. La corrente è ritornata alle ore 19, appena dopo che l’ultimo gatto era stato suturato.

La sterilizzazione dei nostri “pet” è l’unica possibilità per adattare l’offerta, nel senso di quantità di gatti disponibili, alla richiesta. Una gatta può avere fino a 4 cucciolate all’anno (fino a 7 gattini per volta). Considerando una media di soli 3 gattini per cucciolata (4 volte l’anno), in una sola giornata con la  sterilizzazione di 72 femmine si è evitata la nascita di 864 gattini, animali che non avrebbero avuto comunque grandi possibilità di sopravvivenza e sarebbero stati destinati a finire sotto le automobili o a morire di malattie.

La richiesta da parte dei cittadini residenti in Regione Campania è stata così alta da indurre la LEGA PRO ANIMALE ad offrire un’altra giornata di sterilizzazione Venerdì 11 Dicembre. Ci auguriamo di trovare abbastanza fondi per poter continuare questo importante lavoro di prevenzione.

Le persone che accudiscono gatti in strada sono invitate a prenotare la sterilizzazione chiamando il numero 0823-859552 (lun-gio e sab). E’ possibile ottenere in prestito, dietro versamento di una cauzione, trasportini e trappole automatiche per la cattura dei gatti più diffidenti.

Grazie di cuore ai volontari proveniente da tutto il mondo, che hanno lavorato una giornata intera con grande entusiasmo: Teresa (Italia), Isabella (Italia), Dora (Italia), Renate (Svizzera), Michelangelo (Italia), Celine (Germania), Eve (Inghilterra), Lynn (Inghilterra), Giovanna (Italia), Mena (Italia) ed i veterinari: Gigi, Giuliano, Emanuele, Dorothea e naturalmente anche Lorenzo.

Dorothea Friz, DVM

Presidente LEGA PRO ANIMALE

Clicca !!!

 

PER FAVORE AIUTATECI CON UNA OFFERTA PER CONSENTIRCI DI  CONTINUARE IL NOSTRO LAVORO:

 

LEGA PRO ANIMALE

Conto corrente postale: 10973816

Codice IBAN: IT81 Q076 0114 9000 0001 0973 816

Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

 


COMUNICATO STAMPA

con preghiera di diffondere

 

Il terremoto verificatosi a L’Aquila nel mese di Aprile 2009 ha non solo colpito migliaia di persone, ma anche numerosi cani e gatti che sono morti  o sfollati, perdendo spesse volte il proprio padrone. Vagando tra le macerie hanno cercato di nutrirsi per sopravvivere. I cani sono stati accalappiati quasi tutti: alcuni sono stati sterilizzati e reimmessi in strada per mancanza di adeguati ricoveri. Ma i gatti, più furbi e più difficili da catturare, si sono stabiliti tra le rovine della città e dei paesi limitrofi. Vari gruppi animalisti (LAV, RAN onlus, 99 gatti AQ) hanno provveduto a distribuire cibo per loro e nonostante gli sforzi attuati da parte del servizio veterinario locale per  contenere le nascite, i gatti si sono purtroppo moltiplicati.  

 

Per ovviare a ciò l’organizzazione RAN onlus di Roma ha richiesto l’intervento della LEGA PRO ANIMALE di Castel Volturno, provincia di Caserta, organizzazione nota per il suo team di veterinari e volontari specializzati per la cattura, la sterilizzazione e la reimmissione sul territorio dei gatti e cani randagi.

 

 La LEGA dispone di una propria ambulanza veterinaria, il cui utilizzo è stato autorizzato da parte delle autorità locali per questo intervento, che  è stata parcheggiata vicino una accampamento di persone sfollate che ancora oggi vivono in tenda; inoltre è stata messo a disposizione della LEGA un container per il ricovero postoperatorio dei gatti per la notte successiva all’operazione. Un secondo furgoncino della LEGA,  che ha in dotazione 40 trappole donate in passato alla LEGA da parte dell’organizzazione americana “Friends of Roman Cats”,  è stato usato dai volontari della LEGA PRO ANIMALE e dell’ Aquila per catturare gatti randagi in varie zone della provincia. 

 

Dal 26 di Ottobre fino al 06 di Novembre 2009 (con un break per il weekend) sono stati catturati 269 gatti di cui 2 gatti maschi molto anziani sono stati sottoposti ad eutanasia per gravi patologie (tumori ulcerati senza speranza di guarigione) mentre 3 femmine e un maschio sono risultati già sterilizzati, cosa che – purtroppo – si è potuta verificare solo dopo la somministrazione dell’anestesia e dopo la tosatura del campo operatorio. Una delle gatte è stata riaperta poiché non era visibile una pregressa cicatrice visibile. In definitiva, quindi, 264 gatti (121 maschi e 143 femmine) sono stati sottoposti all’intervento di castrazione (asportazione dei  testicoli nei maschi, ovarioisterectomia nelle femmine). Inoltre tutti i gatti sono stati controllati per escludere la presenza di malattie trasmissibile all’uomo, trattati per tutti tipi di vermi e per i parassiti esterni ed infine  rilasciati nel luogo di cattura. A tutti gli animali è stato inserito il microchip di identificazione e praticato un tatuaggio verde nelle orecchie per riconoscerli anche a distanza come animali controllati e sterilizzati.

 

 

 

Sono però rimasti altri centinaia di gatti non “trattati” in strada. Alla fine dell’intervento della LEGA PRO ANIMALE vi erano ancora persone che richiedevano interventi di castrazione: a loro è stato suggerito di rivolgersi al Canile Comunale dell’ Aquila (tel.0862-442743).

  

 

Il team della LEGA PRO ANIMALE auspica di raccogliere fondi sufficienti per poter effettuare un nuovo intervento in primavera, soprattutto prima che nascano altri gattini destinati in gran parte ad una morte violenta o dolorosa (investiti dalle auto, attaccati da malattie mortali, etc).

  

L’intervento della LEGA appena conclusosi è stato sponsorizzato da parte di “The Anglo-Italian Society for the Protection of Animals a Londra”: ad essa va il caloroso ringraziamento di  tutti coloro che hanno partecipato a  questo progetto avviato da parte dell’organizzazione RAN onlus di Roma.

 

Dorothea Friz, DVM

Presidente LEGA PRO ANIMALE

  

 


UN NUOVO “SPAY DAY”

giornata di sterilizzazione dei gatti randagi presso la LEGA PRO ANIMALE di Castel Volturno (CE)

 

Oltre 40 “gattare” ( persone che accudiscono colonie feline ) hanno aspettato con ansia la pubblicazione  della data sul sito: www.legaproanimale.com per prenotarsi per questo “spay day”, giornata di sterilizzazione gratuita per gatti randagi. Questi interventi per legge dovrebbero essere effettuati gratuitamente dai servizi veterinari di zona, ma spesso, per mancanza di personale o di fondi, questo servizio non funziona o è offerto in modo insufficiente. Pertanto la LEGA PRO ANIMALE di Castel Volturno ha deciso di dare una mano per frenare il problema della sovrappopolazione dei gatti randagi. Sappiamo tutti che i gattini che nascono in strada o vengono abbandonati da padroni irresponsabili finiscono male: investiti, uccisi da cani o dalle malattie infettive. Ma spesso non si conoscono o si sottovalutano i pericoli per l’uomo: animali vaganti possono causare incidenti stradali anche mortali,  e possono trasmettere delle malattie.

            clicca         clicca

Il giorno 2 Ottobre è stato un successo: 94 femmine e 38 maschi sono stati sottoposti all’intervento di castrazione. Le “gattare” per catturarli hanno dovuto ricorrere in diversi casi all’uso di apposite trappole. La LEGA PRO ANIMALE, che offre periodicamente già da 2 anni questo servizio (il primo “spay day” risale al Luglio 2007), è continuamente a caccia di finanziamenti per queste operazioni di prevenzione. Per la prima volta in 25 anni siamo  riusciti ad ottenere un contributo dalla Regione Campania, e quindi saremo in grado di offrire più di frequente queste giornate di sterilizzazione di massa, ma accetteremo anche gatti catturati “al volo”, possibilmente dietro appuntamento, tutti i Mercoledì. Chi vuole far sterilizzare le colonie feline sotto casa ed è residente in Regione Campania può rivolgersi al numero 0823-859552 (da Lunedì a Giovedì e Sabato) per la prenotazione. E’ inoltre possibile richiedere in prestito, dietro versamento di una caparra, sia trappole automatiche per la cattura sia semplici trasportini.

 

Dorothea Friz

Presidente e veterinario responsabile

LEGA PRO ANIMALE

Cc postale: 10973816

 


 

20° ANNIVERSARIO DEL CENTRO DI STERILIZZAZIONE PER CANI E GATTI DELLA LEGA PRO ANIMALE A CASTEL 
VOLTURNO (CE).


Che i cani randagi siano in grado di uccidere bambini non è una novità, ed è accaduto appena qualche mese fa in Sicilia. I cani morti lungo le strade fanno pensare a urti ad alta velocità, e chi sa quante persone restano ferite o addirittura uccise per evitare i cani vaganti. La sicurezza pubblica è uno dei motivi per cui si dovrebbe porre fine al randagismo, e il Viceprefetto della Provincia di Caserta, il Dott. Vincenzo Lubrano intervenuto al convegno tenutosi il 12 Settembre all'Holiday Inn Resort di Castel Volturno dal titolo “PREVENZIONE? SI GRAZIE!”, ha affermato che farà tutto il possibile per assicurare la piena applicazione delle leggi in vigore onde evitare altre tragedie. 

La fondatrice e presidente dell'organizzazione, la veterinaria tedesca Dott.ssa Dorothea Friz, ha organizzato il convegno invitando speaker da tutto il mondo perché riportassero le esperienze di altri paesi nel combattere il problema dei cani vaganti : SPAY/USA, HUMANE SOCIETY INTERNATIONAL, THE ANGLO-ITALIAN SOCIETY FOR THE PROTECTION OF ANIMALS, WORLD SOCIETY FOR THE PROTECTION OF ANIMALS.


Oltre al Viceprefetto varie personalità illustri hanno lodato il lavoro della LEGA PRO ANIMALE, e tutti hanno concordato che è finalmente giunta l'ora di trovare una soluzione: 
Il Professore Adriano Mantovani, moderatore nella prima parte del convegno, ha portato i saluti, in veste di rappresentante per l'Italia, del Centro di Collaborazione dell' Organizzazione Mondiale della Sanità/FAO.
Il Settore Veterinario dell'Assessorato alla Sanità della Regione Campania è stato rappresentato dalla dott.ssa Pompameo ; L'Onorevole Francesca Martini Sottosegretario al Ministro del Welfare che ha molto a cuore la problematica del randagismo ma non è riuscita ad intervenire di persona, è stata rappresentata dalla dott.ssa Rosalba Matassa la quale illustrato le leggi in vigore e quelle in divenire volte alla risoluzione del problema randagismo presente in tutta l'Italia.Il Dottore Serpe ha portato i saluti dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici, affermando che cani e gatti non controllati possono essere un rischio enorme per la salute pubblica.Il Preside della Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Università degli studi di Napoli, Federico II ha ringraziato la Dott.ssa Friz per il suo impegno nel campo della formazione dei giovani veterinari.

I lavori sono stati aperti dalla lettura di una lettera del Signor Wolfgang Apel, presidente del DEUTSCHER TIERSCHUTZBUND in Germania (=l'equivalente dell'ENPA in Italia), che per motivi di salute non è potuto intervenire di persona. E' stato rappresentato dalla Dott.ssa Deininger, referente per la protezione degli animali all' estero, la quale ha illustrato anche il programma avviato a Odessa in 
Ucraina basato sull'esempio del lavoro della LEGA PRO ANIMALE a Castel Volturno. 


Dorothea Friz ha presentato il bilancio del lavoro del Centro di Sterilizzazione a Castel Volturno. Oltre 40.000 animali tra cani e gatti sono stati sottoposti all'intervento di sterilizzazione chirurgica. Solo sul territorio del Comune di Castel Volturno negli anni dal 1995 al 2003 sono stati catturati e trattati quasi 3.000 cani e numerosi gatti. Le spese per gli interventi di sterilizzazione e per tutte le terapie necessarie sono state sostenute dalla LEGA PRO ANIMALE, che ha trovato sponsor all'estero per questo enorme lavoro. 

I rappresentanti della Sanità Pubblica Veterinaria (la Dott.ssa Marina Pompameo dell'ASL NA-1; il Dott. Salvatore De Micco dell'ASL Caserta 2) all'opera sul territorio della Regione Campania hanno presentato i risultati del proprio lavoro. Il Dott. Fantini dell'ASL ROMA D ha provocato un'allegra discussione con il suo discorso sui grossi problemi nell'applicazione della legge sul randagismo e sui conseguenti enormi costi per il contribuente.

“Chiudere il rubinetto” era il titolo del secondo intervento della Dott.ssa Friz, che ha paragonato la “produzione” di cani e gatti ad un rubinetto dell'acqua rimasto aperto. Si può “asciugare” di continuo, ma non si risolverà mai il problema. Una volta chiuso il rubinetto, non servirà più spendere soldi per rimediare alle conseguenze.

Ricorrere alla prevenzione, cioè alla sterilizzazione gratuita non solo dei cani e gatti randagi, ma soprattutto di quelli padronali che sono la fonte principale del randagismo, è stata la conclusione alla quale si è giunti al termine della giornata, che è stata chiusa dal Presidente dell'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Caserta Dott. Mario Campofredo. Tutti i partecipanti, oltre 120 persone 
tra protezionisti, veterinari liberi professionisti e pubblici, politici, amministratori comunali e semplici padroni di pet, sono stati d'accordo. Si deve aumentare il numero degli interventi di sterilizzazione, ma si deve anche controllare l'applicazione della legge in genere. Sono pochi i padroni di cani che sanno che il loro cane deve essere iscritto all'anagrafe canina, e ancora meno quelli a conoscenza del fatto che se la loro cagna partorisce devono intestarsi i cuccioli prima della cessione, e poi comunicare il passaggio di proprietà. Servono informazione corretta, educazione nelle scuole e soprattutto la collaborazione dei mass media. 


Non dobbiamo aspettare che vengano uccise altre persone, e non è più sostenibile che il contribuente debba sborsare somme enormi per la mancanza di responsabilità di una minoranza. In Regione Campania sono ricoverati nei canili al momento 26.400 cani. I comuni pagano circa 20 milioni di Euro all'anno per il loro mantenimento. 


E LE STRADE SONO PIENE DI CANI VAGANTI ………

Photo Qui!


CHI VUOLE CONTRIBUIRE AL LAVORO DELLA LEGA PRO ANIMALE
PUO' DONARE SUL SEGUENTE CONTO

Conto corrente postale, LEGA PRO ANIMALE: 10973816
Banco Posta
Codice IBAN: IT81 Q076 0114 9000 0001 0973 816
Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

 

LA LEGA PRO ANIMALE CELEBRA IL SUO 20° COMPLEANNO: GRANDE 
FESTA NEL CENTRO DI STERILIZZAZIONE PER CANI E GATTI IL GIORNO 
13 SETTEMBRE 2009. 


Sabato 12-09-09 ha avuto luogo un convegno internazionale presso l'Holiday Inn Resort di 
Castel Volturno, il lato “scientifico” della ricorrenza. Domenica poi c'è stata la grande festa nel 
Centro di Sterilizzazione per Cani e Gatti della LEGA PRO ANIMALE a Castel Volturno. Circa 
200 persone sono intervenute durante l'intera giornata, veterinari pubblici e privati, membri di 
altre leghe protezionistiche, padroni di cani e gatti e semplici clienti della clinica veterinaria della 
LEGA PRO ANIMALE, e tutti hanno festeggiato insieme con lo staff del Centro. La birra è scorsa 
come l'acqua, distribuita dai membri tedeschi della NATO di stanza a Napoli. La musica suonata 
da “Musikus”, un tedesco che aveva già partecipato alla festa di inaugurazione 20 anni fa e 
anche all'anniversario dei 10 anni, invitava a ballare.


Il centro è stato decorato con centinaia di palloncini verdi e gialli gonfiati dai volontari della LPA 
la stessa Domenica mattina. La gioia è stata grande e anche i cani, gatti e i bufali hanno 
partecipato alla festa.

Photo Qui!


CHI VUOLE CONTRIBUIRE AL LAVORO DELLA LEGA PRO 
ANIMALE
PUO' DONARE SUL SEGUENTE CONTO
Conto corrente postale, LEGA PRO ANIMALE: 10973816
Banco Posta
Codice IBAN: IT81 Q076 0114 9000 0001 0973 816
Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX


Il 12° “SPAY DAY” (sterilizzazione gratuita di gatti randagi) offerto dalla LEGA PRO ANIMALE, con sede a Castel Volturno-Provincia di Caserta, è stato un altro successo.

   

Sono stati catturati e portati al CENTRO DI STERILIZZAZIONE dell’organizzazione protezionistica 115 felini (78 femmine e 37 maschi).  Un’equipe di 4 veterinari e numerosi volontari proveniente da tutto il mondo (Stati Uniti, Inghilterra, Ucraina, Germania) oltre che dall’Italia ha lavorato instancabilmente dalle 8 di mattina fino alle 6 del pomeriggio.

   

Il risultato è stato soddisfacente, soprattutto pensando al numero dei gattini che non nasceranno più. Infatti, una gatta può partorire anche 4 volte l’anno e in ogni cucciolata possono nascere fino ad 8 gattini. Durante lo “Spay Day” 13 gatte erano gravide con 62 gattini nell’utero (una media di 4,8 gattini per cucciolata). Facendo il calcolo di un minimo di solo 3 cucciolate l’anno, ciascuna di  4 piccoli, è stata evitata la nascita di oltre 900 gattini in solo un anno (senza tener conto dei gattini dei gattini…..).

 

E se vogliamo sapere quanti gattini erano già nati dai gatti operati in questa giornata, si può fare un semplice conteggio:

11 gatte al momento dell’intervento erano di età inferiore di 4 mesi, quindi non hanno mai partorito;

23 gatte al momento dell’intervento erano di età compresa tra 4 e 12 mesi e quasi tutte avevano già avuto almeno una gravidanza in passato:  23 x 4 (cuccioli)=  92 gattini;

26 gatte al momento dell’intervento mostravano un età da 1 a tre anni: hanno quindi già partorito in passato 26 x 2 anni (età media) x 4 (cuccioli) x 3 (cucciolate all’anno) =  624 gattini

12 gatte con una età da 4 a 7 anni hanno partorito in passato 12 x 5 anni (età media) x 4 x 3 =  720 gattini

6 gatte con un’età oltre gli 8 anni hanno partorito 576 gattini.

IN CONCLUSIONE LE 78 GATTE PRIMA DELL’INTERVENTO DI STERILIZZAZIONE HANNO GIA’ PARTORITO OLTRE 2000 ALTRI GATTI.

   

Si comprende bene per quale motivo i randagi  aumentano sempre più e si capisce ancor meglio perché si trovano gattini malati dappertutto, spesso con gli occhi fuori dalle orbite, in condizioni pietose. 

  

Un gran numero di questi gattini muore dopo atroci sofferenze.

Che crudeltà non aver impedito, con una preventiva attività di sterilizzazione, che si creasse una tale orribile situazione !

 

La LEGA PRO ANIMALE ha intenzione di continuare, anzi di incrementare, il suo lavoro di PREVENZIONE e cerca sponsor  e  volontari.

 

LEGA PRO ANIMALE

Castel Volturno (CE)

Via Mario Tommaso snc

0823-859552

www.legaproanimale.com

legaproanimale@tin.it

 

cc postale 10973816

codice IBAN IT81 Q076 0114 9000 0001 0973 816

codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

 


 

COMUNICATO STAMPA

con la preghiera di diffondere

La LEGA PRO ANIMALE ha nuovamente offerto uno “SPAY DAY” ( giornata durante la quale vengono sterilizzati gratuitamente i gatti randagi). Il giorno 15 Maggio 2009, nel  Centro di Sterilizzazione della Lega per Cani e Gatti a Castel Volturno, sono stati eseguiti 92 interventi chirurgici di castrazione su gatti randagi,(68 femmine e 24 maschi) catturati e portati da persone che li nutrono e curano. La sterilizzazione gratuita delle colonie feline, secondo una legge che risale a ben 18 anni fa, dovrebbe essere praticata dai Servizi Veterinari delle AASSLL. La LEGA PRO ANIMALE si è però resa conto delle difficoltà incontrate dalle “gattare” che spesse volte devono aspettare più di un anno per far sterilizzare i loro gatti (e in questo periodo possono partorire anche 3-4 altre volte, fino a 7 gattini per cucciolata……….) ed ha lanciato nell’estate 2007 l’iniziativa degli “spay day”, durante i quali fino a Maggio 2009 sono stati sterilizzati 1159 gatti randagi.

   

Queste iniziative sono possibili solo grazie ai numerosi volontari provenienti da tutto il mondo e a fondi che per la maggior parte arrivano dall’estero; anche questa volta infatti la giornata ha avuto come sponsor THE ANGLO-ITALIAN SOCIETY FOR THE PROTECTION OF ANIMALS da Londra/Inghilterra. 

 

La LEGA PRO ANIMALE ringrazia l’equipe internazionale (veterinari, soci e volontari) per l’ottima cooperazione:

 

Italia: ISABELLA; GIGI, GIULIANO, TERESA, ROSA, MICHELANGELO, GIOSUE’

Repubblica di Benin/Africa:  LORENZO

Olanda: MARIELLE, MARLOES

Inghilterra: REBECCA,

Ucraina: MIRA

Germania: DOROTHEA

Dorothea Friz, Presidente

www.legaproanimale.com

www.fondazionemondoanimale.com  

Tel+fax: 0823-859552

e-mail: legaproanimale@tin.it

LEGA PRO ANIMALE

Banco Posta

IBAN: IT 81 Q 07601 14900 000010973816

BIC: BPPIITRRXXX


 

“SPAY DAY” INTERNAZIONALE del 26 FEBBRAIO 2009

L’anno scorso abbiamo sentito parlare troppo tardi di questa importante iniziativa, e così in tutta fretta abbiamo solo potuto piazzare qualche cartellone pubblicitario che invitava la popolazione a far sterilizzare i propri cani e gatti. Ma nell’anno 2009 abbiamo preparato molto bene questa giornata, anzi l’abbiamo estesa ad una intera settimana, una vera e propria “spay week”, una settimana di sterilizzazioni. Abbiamo caricato tutti gli attrezzi, trappole e gabbie sui nostri furgoni, e lunedì 23 febbraio siamo partiti per raggiungere Tropea, nel sud della Regione Calabria. Siamo partiti solo in due, Giuliano (uno dei veterinari della LEGA PRO ANIMALE) e io, Dorothea (veterinaria). Il viaggio è stato molto faticoso perché sull’autostrada abbiamo incontrato un cantiere dopo l’altro, ed a un certo punto abbiamo dovuto anche lasciarla a causa della neve non avendo catene a bordo. Dopo 6 ore di viaggio comunque siamo arrivati e il gruppo dei volontari (cittadini di Tropea, 2 veterinari volontari, tedeschi e svizzeri) ci ha accolto con entusiasmo.

 Tutti volevano collaborare per sterilizzare il maggior numero possibile di gatti randagi sparsi su tutto il territorio comunale. Abbiamo scaricato i furgoni, allestito i locali messi a disposizione del comune,  e discusso su come proseguire nei giorni seguenti.

La mattina dopo sono stati catturati i primi gatti e l’azione, pienamente sostenuta dal Servizio Veterinario locale e dal Sindaco di Tropea, ha avuto inizio. In soli 4 giorni il team ha catturato 201 gatti (108 femmine e 93 maschi). Uno degli animali è arrivato in fin di vita ed è stato sottoposto ad eutanasia, gli altri 200 gatti sono stati sterilizzati, e tranne una femmina che è morta poco dopo l’intervento per un deficit cardiaco, tutti gli altri sono stati rilasciati in libertà la mattina dopo l’intervento. Sedici gatte erano in calore al momento dell’intervento e cinquantaquattro già gravide (così a 235 gattini è stato risparmiato un futuro certamente non roseo).

Sabato mattina, dopo aver raccolto tutte le gabbie e trappole, i 2 veterinari sono ritornati alla base della LEGA PRO ANIMALE a Castel Volturno.

La giornata di sterilizzazione “allargata” è stata un successo enorme e la popolazione la ha accolta in modo molto positivo. Alcuni proprietari di gatti hanno espresso la volontà di far sterilizzare i propri animali dal veterinario di fiducia, dopo aver visto come stavano bene gli animali il giorno dopo l’intervento. I rappresentanti del Servizio Veterinario locale e il Sindaco erano contentissimi e ci hanno fatto capire che ci aspettano al più presto per un altro intervento del genere soprattutto per i comuni limitrofi, anche loro pieni di gatti randagi.

Questa volta l’azione è stata finanziata dal “Deutscher Tierschutzbund e.V.”  in Germania e dalla “ Anglo-Italian Society for the Protection of Animals” in Inghilterra, la quale ha sponsorizzato anche i mezzi di lavoro.  Grazie anche all’organizzazione americana “Friends of Roman Cats” la quale ha donato un gran numero di trappole per la cattura dei gatti randagi.

Quasi certamente abbiamo raggiunto il 70 % della popolazione felina di Tropea, numero sufficiente a vedere una riduzione nella popolazione randagia, ma nei comuni vicini abbiamo intravisto centinaia di gatti in giro non ancora “trattati”. Un intervento così sporadico non basta per eliminare completamente la tragedia dei gattini malati o schiacciati dalle macchine. L’intero “team di castrazione” di Tropea spera di continuare il lavoro cominciato e che un altro intervento possa essere eseguito prima dell’arrivo dei turisti.

CHI VUOLE CONTRIBUIRE PER ASSICURARE IL PROSSIMO INTERVENTO PUO’ DONARE SUL SEGUENTE CONTO

(con causale „Tropea“):

 

LEGA PRO ANIMALE

Conto corrente postale: 10973816

Codice IBAN: IT81 Q076 0114 9000 0001 0973 816

Codice BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX

 


SPAY DAY”  numero  9

Forse le festività natalizie erano troppo vicine, ed anche il tempo inclemente non ha aiutato a far entrare i gatti nelle trappole: di oltre cento femmine che aspettavamo per l’intervento ne sono arrivate “solo” 71. Ma insieme con i 28 maschi abbiamo quasi sfondato il limite di “ 100” . Una giornata faticosa, soprattutto perché tutto il lavoro è stato fatto con 3 volontari in meno dell’ultima volta. Rosa ha preso l’influenza. La macchina di Michelangelo non era cooperativa e non è stato possibile aggiustarla in fretta, e nessuno ha pensato di avvisare Eve. Ma il resto dello staff della LEGA PRO ANIMALE ha gestito la giornata con grande successo: Mena e Isabella hanno lavorato all’accettazione attaccando innumerevoli etichette sulle gabbie per non scambiare i gatti dopo l’intervento. Lorenzo si è dedicato alla preparazione degli interventi e Armando ha castrato quasi tutti i maschi. Gli altri 3 veterinari (Gigi, Giuliano, Dorothea) hanno sterilizzato le femmine. Dora, come sempre ha lavato e preparato tutti gli strumenti chirurgici facendo lavorare di continuo l’autoclave. Giovanna, una gattara, è stata costretta a rimanere per aiutarci a sorvegliare i gatti dopo l’intervento. Teresa ha superato i limiti del possibile facendo due lavori: ha legato gli animali anestetizzati sui tavolini, li ha tosati e dopo l’intervento li ha slegati e accomodati nelle gabbie in mezzo a calde copertine. Tutto è andato bene, anche se il livello di stress è stato abbastanza alto.

Nonostante il tempo freddo qualcuna delle gatte era già in calore o addirittura  già incinta. Solo la sterilizzazione previene la nascita di milioni di animali che in gran parte sono destinati a  finire sotto le macchine (come si vede soprattutto adesso lungo le strade) o a morire di malattia. “Chiudere il rubinetto” è la formula magica. Solo così si può mettere sotto controllo il problema randagismo che crea un potenziale pericolo per la sanità pubblica, ma anche per la sicurezza stradale.

Il team della LEGA PRO ANIMALE è sempre disposto a ripetere eventi di sterilizzazione di massa, ma per farlo servono finanziatori per la copertura delle spese.

PER CHI VUOLE AIUTARCI:

Banco Posta

IBAN: IT 81 Q 07601 14900 000010973816      

BIC: BPPIITRRXXX

 

CONTO CORRENTE POSTALE: 

10973816


7° “SPAY DAY”, UNA COLLABORAZIONE INTERNAZIONALE: 131 GATTI RANDAGI CASTRATI

Veterinari e volontari provenienti da vari paesi del mondo (Italia, Inghilterra, Stati Uniti d’America, Africa e Germania) hanno lavorato insieme per oltre 12 ore. Il risultato è stato magnifico: 131 gatti (93 femmine e 38 maschi) che vivono permanentemente in strada sul territorio della Regione Campania, sono stati catturati e condotti nel centro della LEGA PRO ANIMALE a Castel Volturno per essere sottoposti all’intervento chirurgico di castrazione. I più giovani avevano compiuto appena 6 settimane mentre il più anziano aveva una età stimata di oltre 10 anni di vita. Tutti i gatti sono stati identificati con un microchip (e registrati presso la LEGA PRO ANIMALE) e un tatuaggio “SMC” in pancia (femmine) e nel padiglione di un orecchio (femmine e maschi). Inoltre è stato tatuato un “punto verde” nel padiglione dell’altro orecchio in modo tale che anche da lontano si possa capire che l’animale è stato già castrato. E’ solo grazie ad interventi di massa come questo che si possono ottenere risultati nel controllo del randagismo felino: infatti le circa 90 femmine sterilizzate avrebbero potuto sfornare, considerando 2 gravidanze nel prossimo anno, quasi un migliaio di gattini!!!!, e questo senza contare che i gattini a loro volta dopo 5-6 mesi sono già fertili…..

Queste giornate di sterilizzazione gratuita per gatti randagi sono diventate molto richieste: abbiamo già una lista con oltre 30 animali prenotati per una eventuale giornata successiva che verrà offerta non appena raccolti i soldi per coprire le spese di tale evento. Chi vuole aiutare oppure avere ulteriori notizie può visitare il sito della LEGA PRO ANIMALE: web.tiscalinet.it/legaproanimale.

 

Dorothea Friz, DVM

Presidente LEGA PRO ANIMALE

Presidente FONDAZIONE MONDO ANIMALE


Attuale

 

COMUNICATO STAMPA

GIUGNO 2008

Dorothea Friz, veterinaria tedesca che si dedica da ben 26 anni alla riduzione del problema “randagismo” nel sud Italia, è stata scelta dal WSPA (World Society for the Protection of Animals) per il premio 2008. Questo “award” è destinato a “persone che si sono particolarmente distinte nel campo del benessere degli animali”. La consegna del premio, consistente  in un diploma e in un assegno di 1000 £ per il lavoro della LEGA PRO ANIMALE nella provincia di Caserta in Regione Campania che offre, tra l’altro, la sterilizzazione gratis a coloro che trovano un cane randagio adottandolo e registrandolo al proprio nome, ha avuto luogo durante l’assemblea biennale dell’organizzazione mondiale per la protezione degli animali a Londra in presenza dei membri della stessa provenienti da tutto il mondo.

La Friz , soddisfatta del riconoscimento, ha dichiarato che c’è ancora molto da fare nel sud Italia e che continuerà a fare il possibile per migliorare la tragica situazione degli animali. Ha parlato delle condizioni sanitarie e comportamentali pessime di migliaia di cani ricoverati nei canili italiani senza speranza di trovare una persona che li adotti (solo in Regione Campania oltre 15.000). Si è detta contenta del fatto che in tutto il mondo oggi la definizione “protezione degli animali” venga progressivamente sostituita con “tutela del benessere degli animali”, che va oltre la difesa della sola “sopravvivenza” di cani e gatti,  ma intende tutela in senso lato della qualità della loro vita. Il suo discorso spontaneo è stato salutato con un lungo applauso.


LETTERA APERTA

10-04-2008

RANDAGISMO = CANI E GATTI CHE VAGANO IN STRADA E SI NUTRONO SCAVANDO NELLE IMMONDIZIE

Questo fenomeno dipende dall’uomo:

  1. il proprietario non custodisce o abbandona il proprio pet
  2. l’animale vagante trova abbastanza cibo (immondizie) per sopravvivere ed eventualmente anche procreare

La legge 281 del 1991 non ha cambiato niente. Anzi, ha fatto arricchire alcune  persone – animalisti e non - che gestiscono canili. Migliaia di cani vengono ricoverati, meglio dire incarcerati, in piccolissimi spazi, senza che abbiano la possibilità di vivere una vita consona alle loro esigenze. E tutto questo è finanziato dal contribuente. I comuni solo in Regione Campania sborsano 10 milioni di Euro all’anno per il ricovero dei cani catturati.  E le strade sono piene di altri cani vaganti. E’ come un rubinetto dell’acqua che gocciola e uno asciuga a terra invece di chiuderlo.

Una cagna, se non è sotto il controllo del proprietario, partorisce 2 volte l’anno. In una cucciolata si possono avere  – dipende anche della stazza del cane – da 1 a 17 cuccioli. I cani medi e grandi hanno più cuccioli alla volta e purtroppo sono anche quelli che vengono meno controllati dai proprietari. Pensiamo ad una media di solo 5 cuccioli per cucciolata, 2 volte l’anno, metà femmine e metà maschi: Dopo un anno da una coppia di cani nascono già 10 cuccioli. Le cucciole femmine dopo 6 mesi già possono partorire, 5 cuccioli per volta, 2 volte l’anno e la famiglia iniziale di una coppia di cani dopo 2 anni è aumentata già a …… individui. In 10 anni dalla discendenza di una coppia di cani possono nascere oltre 20 milioni di cuccioli. Certo è che non si troveranno mai delle famiglie che adottino tutti questi animali ed è certo anche che finiranno in strada, sotto le macchine, soffocati in buste di plastica o abbandonati fuori ai cancelli dei canili – dove il maggior numero di essi comunque, per lo stress estremo come negli allevamenti intensivi,  muore per malattie.

Soluzioni?

- Educare il proprietario del cane a non farlo girare incustodito? Se la cagna è in estro vuole il maschio e in un modo o nell’altro trova la via d’uscita. Il maschio, condizionato dalla produzione del testosterone nei testicoli, vuole sempre una femmina e tenta sempre di scappare per cercarsi l’avventura. E non dimentichiamo che quasi ad ogni accoppiamento segue una gravidanza (colleghiamo anche qui il sentimento umano…..).

- Punire il proprietario per il mancato controllo sul proprio cane? Sono appena il 30 % i cani padronali iscritti all’anagrafe canina ed identificati. Il cane vagante che da fastidio viene catturato e finisce in uno di questi canili sopra descritti e raramente viene il “proprietario” a riscattarlo. E più facile “prendere” un altro cane. Così allora non funziona.

- La castrazione! Si, questo è un metodo efficace. Perché si evita che da una coppia di cani (non è “colpevole” solo la femmina!!!!) provengano milioni di altri cani. Ma se il proprietario deve sborsare la metà di una stipendio mensile per fare questo intervento, sicuramente non provvederà. Offrire la castrazione gratis ai cani padronali è la soluzione perfetta per prevenire il randagismo. Questo è stato dimostrato anche in altri paesi: in New Hampshire (USA), in Dundee (Scozia) e anche in Italia, almeno in qualche zona, sembra che si sia capita la dinamica. I “randagi” non cadono dal cielo. Quasi tutti i cuccioli che si trovano abbandonati sono socializzati: sono contenti di vedere l’uomo, sono abituati alla sua presenza (“l’imprinting” ha fatto effetto). Se nascono cuccioli da cani selvatici e vengono catturati (se si fanno catturare…..) hanno molta paura dell’uomo e non si fanno mai toccare: non hanno mai avuto l’ esperienza durante i primi 2 mesi di vita di essere toccati dalle mani umane. Inoltre: è possibile che una mamma cagna abbandoni i suoi figli in un cartone fuori alla chiesa?

La Regione Puglia ha svolto un lavoro eccezionale. L’ASL di Bari ha dato vita ad un progetto rappresentativo: offrire la castrazione gratis ai cani padronali evitando così l’abbandono dei cuccioli non desiderati e evitando così anche una spesa pubblica notevole: il ricovero in canile di un solo cucciolo nato senza futuro e abbandonato in strada costa in media Euro 100,00 al mese al contribuente (più o meno quanto costa  castrare una cagna!).

La reazione di certi animalisti e della categoria dei veterinari ci lascia perplessi. Forse non vogliono “risolvere” il problema randagismo, perché poi non hanno più vantaggi (economici, emotivi, politici)? Gli interventi come ovaioisterectomia ed orchiectomia sono interventi di routine e non impiegano molto tempo. Il costo del materiale è contenuto. Facendo vari interventi al giorno si può ricavare  anche una notevole rendita.  E la castrazione di “massa”, soprattutto degli animali di proprietà, è l’unico rimedio per uscire dal  randagismo: CHIUDERE IL RUBINETTO invece di asciugare a terra, che costa  l’ira di dio al contribuente.

 

Dorothea Friz

DVM

Presidente FONDAZIONE MONDO ANIMALE

www.fondazionemondoanimale.com

Presidente LEGA PRO ANIMALE

web.tiscalinet.it/legaproanimale

legaproanimale@tin.it

 


COMUNICATO STAMPA

Con la preghiera di diffondere

SPAY DAY

 

Vista la scarsa risposta da parte dei Servizi Veterinari nell’applicazione della legge sul randagismo (la castrazione dei gatti che vivono liberi spetta a loro), la LEGA PRO ANIMALE con il proprio Centro di Sterilizzazione a Castel Volturno, dall’Estate 2007 offre circa ogni due mesi giornate di sterilizzazione di massa per gatti randagi. La richiesta è enorme e gatti da tutte le parti della Regione Campania vengono trasportati nel Centro della Lega per usufruire gratuitamente di tale servizio.
 
A confronto della giornata-record di Dicembre 2007, durante la quale sono stati sterilizzati 200 gatti (130 femmine e 70 maschi), lo “SPAY DAY” del 14 Marzo è stata una passeggiata: “solo” 91 gatti sono stati sottoposti all’intervento di castrazione (52 femmine e 39 maschi). I cittadini che nutrono i gatti nei parchi e in strada, hanno portato gli animali in gabbie o trappole al Centro della Lega. L’evento era stato annunciato tramite il sito internet dell’associazione protezionistica la quale persegue lo scopo di eradicare il randagismo canino e felino tramite la castrazione degli animali e la divulgazione di corrette informazioni sulla convivenza uomo-animale-ambiente. Il randagismo non solo costa ai contribuenti una bella cifra in denaro, ma costituisce anche un pericolo per la salute e la sicurezza pubblica. Pertanto dovrebbe essere in cima alla lista delle urgenze sull’agenda di ogni responsabile del servizio pubblico.
 
Anche questo “SPAY DAY” è stato finanziato completamente da donatori inglesi, tedeschi, svizzeri e americani. Molti di loro hanno visitato Napoli e tutte le altre splendide località turistiche, ma erano dispiaciuti dal vedere tanti animali vaganti sul territorio, mentre scavano nelle immondizie.
 
La LEGA PRO ANIMALE è intenzionata a continuare con questo servizio in favore degli animali. Coloro che volessero usufruire dell’offerta possono visitare il sito web.tiscalinet.it/legaproanimale per saperne di più.
 
Il centro di sterilizzazione ha sempre bisogno di coperte vecchie, asciugamani, lenzuola (anche rotte o colorate) e/o di qualsiasi altro indumento per tenere caldi gli animali dopo l’intervento. (da consegnare al Centro situato in 1° trav. Via Pietro Pagliuca, Castel Volturno, 0823-859552)

 

Per ulteriori informazioni visitare il sito www.fondazionemondoanimale.com oppure web.tiscalinet.it/legaproanimale


 


 
RISPOSTA AL COMUNICATO STAMPA
DEL SINDACATO DEI VETERINARI LIBERI PROFESSIONISTI

 

 
Il sindacato dei veterinari liberi professionisti sottoscrive ampiamente l'iniziativa. Il tema da Voi affrontato, se rimane nell'alveo del rispetto delle regole della professione veterinaria, rappresenta la chiave di volta per la soluzione del problema del randagismo, ma anche per una detenzione responsabile e civile degli animali da compagnia. I rifugi per animali abbandonati non possono infatti rappresentare la soluzione del problema; si tratta in molti casi di veri e propri lager, per di più a carico (e non poco) della società. Un insulto al benessere degli animali. Purtroppo queste strutture sottendono interessi enormi, difficilmente contrastabili con un proposta di buon senso, come l'invito alla sterilizzazione. Da parte nostra cercheremo in ogni sede di supportare sul versante scientifico e pratico l'iniziativa, anche con i suggerimenti diffusi sul sito www.sivelp.it.
 
Sivelp - segreteria nazionale